COMUNE

Scontri in Consiglio a Siracusa, arriva il richiamo del prefetto

di

SIRACUSA. Un richiamo in tre punti, la produttività, il rispetto del regolamento e un linguaggio idoneo all’istituzione rappresentata. È durato poco più di un’ora l’incontro di ieri mattina tra il prefetto Armando Gradone, il presidente del consiglio comunale Santino Armaro e i rappresentanti di alcuni dei gruppi presenti nell’aula al quarto piano di Palazzo Vermexio: Salvatore Castagnino, Luciano Aloschi, Antonio Grasso, Giuseppe Casella, Francesco Pappalardo e Antonio Moscuzza.

Il prefetto, come fatto già nei giorni scorsi, ha ribadito che «il consiglio comunale deve produrre per il bene della collettività» invitando tutti «a mettere da parte la conflittualità» e a far «prevalere la dialettica nel rispetto tanto della maggioranza quanto dell’opposizione».

Dal prefetto anche l’invito a non strumentalizzare i regolamenti e a tenere un atteggiamento e un linguaggio idoneo a un’aula consiliare.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X