IMMIGRATI

Melilli, Cannata: niente centro d’accoglienza

di

MELILLI. «Revochiamo la delibera di istituzione a Città Giardino del Cara, il Centro di accoglienza per i richiedenti asilo». Lo ha annunciato il sindaco di Melilli, Pippo Cannata prima della seduta del consiglio comunale convocato giovedì sera dal presidente Salvatore Sbona.

Una «marcia indietro» che a molti è sembrata dovuta anche per rintuzzare il rischio incombente di scollamento dell’attuale maggioranza dopo gli screzi avuti nei giorni scorsi con l’esponente del Pd Salvatore Midolo e le prese di posizione dell’Udc con il suo capogruppo, il parlamentare regionale, Pippo Sorbello che anche giovedì ha ribadito che nessuno degli esponenti dell’Udc si è espresso favorevolmente all’istituzione del Cara a Città Giardino.

«Avevo mantenuto l’impegno preso da tutto il gruppo di maggioranza - ha spiegato il sindaco di Melilli – attraverso l’attivazione di un’indagine di mercato senza alcun costo per l’amministrazione comunale ed indirizzata all’individuazione di un immobile da acquisire in locazione per conto del ministero degli Interni e destinarlo a sede per il centro dei richiedenti asilo».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X