SERIE D

Un Siracusa "d'alta quota" per superare il Due Torri

di

SIRACUSA. «Siamo obbligati a vincere tutte le partite perché deve essere la priorità di una squadra che è alla ricerca del salto in Lega Pro. Contro il Due Torri non sarà facile, affronteremo una formazione che ha incassato soltanto 19 gol e comunque ci faremo trovare pronti per questa sfida». Il vice allenatore del Siracusa, Gianluca Cristialdi, che questo pomeriggio in panchina sostituirà lo squalificato Andrea Sottil, mette in guardia gli azzurri, tornati in vetta con la Frattese, dal «pericolo» Due Torri, squadra messinese che sarà di scena alle 15,30 allo stadio «Nicola De Simone».

«Non ci sarà l’attaccante Sibilli fermato dal giudice sportivo – ha continuato Cristaldi – mentre non è al meglio della condizione fisica l’esterno Nicola Arena che non ha partecipato alla rifinitura. Tante le soluzioni che abbiamo provato durante i tre giorni di allenamento dopo la vittoriosa trasferta di mercoledì a Vallo della Lucania».

Ieri al termine dell’ultimo allenamento settimanale il tecnico Andrea Sottil ha convocato 24 giocatori: quattro naturalmente si accomoderanno in tribuna. Tra le novità l’allenatore piemontese potrebbe «rispolverare» l’esterno argentino Lucas Longoni mentre al centro della difesa potrebbe agire la coppia formata dallo juniores Davide Porcaro e dall’esperto modicano Francesco Vindigni. Sulle fasce, invece, il brontese Toni Orefice da una parte e l’under Michele Barbiero dall’altra.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X