IL CASO

Augusta, gli anziani rimangono senza assistenza domiciliare

di

AUGUSTA. Da un paio di giorni è sospeso, perchè concluso senza al momento prevedere un suo prosieguo, il servizio di assistenza domiciliare agli anziani (Ada) soli, senza un adeguato supporto familiare e in condizioni di ridotta o non autosufficienza. Riavviato nei mesi scorsi, dopo una precedente sospensione, il servizio è uno dei più antichi che il Comune fornisce con fondi propri alle fasce sociali più deboli attraverso delle prestazioni socio-assistenziali tra di loro integrate e prevedeva infatti una durata totale di quattro mesi, durante i quali i 64 anziani coinvolti sono stati assistiti per 12 ore settimanali dal personale di una cooperativa sociale e da un'Ats, accreditate con il sistema dei vouchers.

Tra queste la maggior parte degli anziani hanno scelto la cooperativa sociale "Crass" che, dopo la fine del servizio, ha dovuto spendere momentaneamente dal lavoro quegli operatori impiegati nell'attività e sta ricevendo continue richieste da parte degli anziani che sollecitano uno prosecuzione del servizio, ritenuto molto utile per le persone sole.  "Speriamo in un intervento dell'assessore competente al quale è stato chiesto un incontro urgente per discutere delle annose problematiche di questo servizio"- fanno sapere dalla cooperativa, sarebbe stato redatto già un nuovo progetto dagli uffici che dovrebbe passare al vaglio della giunta.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X