TRIBUNALE

Il delitto di Portopalo: tre pachinesi a processo

di

PACHINO. Sono stati ammessi al rito abbreviato i tre presunti autori dell'uccisione di Paolo Forestieri, 25 anni, assassinato con tre colpi di fucile a Portopalo la sera del 28 marzo dello scorso anno, e del tentato omicidio della madre, Graziella Forestieri.

La richiesta di ammissione al giudizio alternativo, che comporta la decisione unicamente sulla base degli atti acquisiti nel corso delle indagini e, in caso di condanna, la riduzione di un terzo dell'intero importo della pena, è stata ufficializzata ieri mattina dinanzi al gup del tribunale Michele Consiglio dagli avvocati Franco Villardita e Salvatore Meduri per gli imputati da loro assistiti, i pachinesi Luca Matarazzo, 24 anni, Fabrizio Dipasquale, 25 anni, ed Enrico Dimaiuta, 24 anni, tutti residenti nel popolare quartiere tra via Cialdini e via Cappellini a Pachino, posti in stato di fermo (e tuttora in carcere) il primo aprile 2015.

All'udienza inaugurale del processo la madre del ragazzo ucciso e le due sorelle, Salvatrice e Jessica Matarazzo, si sono costituite parte civile affidando il patrocinio all'avvocato Luigi Caruso Verso. La discussione del processo è stata fissata per l'udienza del 12 aprile prossimo. All'arrivo dei tre imputati detenuti la madre della vittima ha accusato un lieve malore e sono stati vissuti tra i presenti momenti di lieve tensione subito rientrati con l'ausilio dei carabinieri in servizio di piantonamento nel corridoio che conduce alle aule del gip e degli agenti di polizia penitenziaria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook