PARTITI

Pd di Siracusa, scontro aperto nell’esecutivo: Lo Giudice cerca maggiori consensi

di

SIRACUSA. «Una riunione interlocutoria». Poche parole dal segretario provinciale del Pd, Alessio Lo Giudice, dietro cui emergono tutte le difficoltà di un partito che non riesce a dialogare e dove ”il muro contro muro” è diventato ancora una volta elemento dominante. La discussione di sabato sera, che si è protratta per oltre 3 ore nella sede di viale Teocrito, dove l'esecutivo è stato convocato dopo il pressing di dieci dei 15 componenti è finita con un nulla di fatto ed un aggiornamento.

Da parte del segretario l'esigenza di ”creare” attorno alla sua figura ed al suo ruolo una sorta di cordone di sostegno per rafforzare una posizione messa in discussione dopo gli ultimi avvenimenti che hanno visto i vicesegretari e parte dell'esecutivo rivendicare un ruolo di condivisione e coinvolgimento reale. E oggi alla Camera di commercio la riunione di area, quella dei «Riformisti», sembra indirizzata ad un'azione di ”forza”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X