eni, priolo gargallo, versalis, Siracusa, Economia
PROTESTA

Eni, assemblea dei lavoratori a Priolo contro la cessione di Versalis

PRIOLO GARGALLO. Dopo i presidi dei giorni scorsi si è svolta oggi, nella sala mensa del polo petrolchimico di Priolo Gargallo, l'assemblea dei lavoratori dell'Eni indetta da Cgil, Cisl e Uil nell'ambito della vertenza Versalis, ovvero la cessione del 70% di Versalis da parte di Eni ad un fondo di investimento americano, Sk Capital.

All'incontro hanno partecipato l'assessore regionale Bruno Marziano, parlamentari nazionali e regionali, i sindaci del territorio e rappresentanti di quasi tutti i comuni della provincia.

Il segretario provinciale della Cgil, Paolo Zappulla, a nome del sindacato, ha sintetizzato le proposte che in parte sono state accolte dalle istituzioni: un tavolo regionale prima della manifestazione del 19 a Roma, un tavolo di governo nazionale sul polo industriale di Priolo, una mobilitazione del territorio.

«Abbiamo chiesto di costruire un tavolo regionale in modo che il governo regionale sia incisivo e partecipe della nostra vertenza - ha detto Zappulla -. È necessario considerare Priolo una vertenza dentro la vertenza nazionale della chimica perchè a Priolo Eni non ha rispettato gli impegni presi in merito ad investimenti produttivi, bonifiche e risanamento. Parallelamente al confronto chiediamo un tavolo con il Governo nazionale.

Abbiamo chiesto di sostenere la vertenza con gli scioperi: previsto il 19 a Roma con tutti i lavoratori e con la mobilitazione del territorio». L'assessore Marziano si è impegnato a portare la vertenza al governo regionale per condividere un percorso unitario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati