IL CASO

Noto, salva la sede dell'agenzia delle Entrate

di

NOTO. Una quasi certezza per l'«Agenzia delle Entrate»: a Noto non si sbaracca. L' ufficialità non c' è del tutto, ma l' impegno del Comune amante nere nella città barocca la sede sub -provinciale dell' ex Ufficio del Registro, oggi sistemata in una palazzina di recente costruzione di contrada Santa Croce, è costante e deciso.

Per non gravare eccessivamente sulle casse dell' ente pubblico il Comune di Noto, che in questi ultimi mesi ha messo a punto una serie di strategie, ha offerto l' immediata disponibilità della palazzina ex «Inam» di via Tommaso Fazello, di proprietà dell' Asp di Siracusa, che fino agli inizi del 2010 e per oltre un ventennio ha ospitato prima i servizi diagnostici e ambulatoriali e poi i soli uffici del Distretto sanitario di base, successivamente trasferiti nell' ala di più recente costruzione dell' ospedale «Trigona». «Insomma la soluzione c' è - afferma il sindaco Corrado Bonfanti-, basterà solo ristrutturare tutto il primo piano della palazzina. Credo che con la modesta somma di ventimila euro si potrà risistemare l' intero locale secondo le esigenze dell' Agenzia.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook