IL CASO

Teatro Greco di Siracusa: "Interventi per tutelarlo"

di

SIRACUSA. Le manutenzioni al Teatro greco non sono più rinviabili. Così come non lo sono neppure progetti alternativi di copertura della pietra in occasione di eventi culturali come le rappresentazioni classiche. E non è neanche più rinviabile l’individuazione di percorsi obbligati all’interno dell’area del teatro a tutela di aree particolarmente ”sensibili”.

Quello di ieri mattina a palazzo Vermexio è stato un vero e proprio check up sul principale monumento della città. «L’obiettivo - ha detto il sovrintendente ai Beni culturali Rosalba Panvini, promotrice dell’iniziativa - è rendere compatibile l’utilizzo del Teatro greco con la sua salvaguardia. Occorre mettere a punto tutti gli interventi possibili per impedirne il degrado, che intacca soprattutto la superficie. E tra le prime cose da fare c’è quella di individuare soluzioni alternative alle coperture in legno che ogni anno vengono impiantate».

Insomma niente più gradinate coperte da legno. Gli spettatori a cominciare da quelli del prossimo ciclo di rappresentazioni classiche potrebbero dover usufruire solo delle sedute sulla pietra. Una soluzione che il vicesindaco Francesco Italia trova tanto pericolosa se non di più di quella che si vuole andare a sostituire.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X