DRAMMA ANTICO

Inda di Siracusa, Lanza Tomasi: «Si rischia una cancrena»

di

«I problemi se non si comincia ad affrontarli uno alla volta, degenerano in cancrena». Si chiude così la lettera che l’ex sovrintendente Gioacchino Lanza Tomasi ha inviato ieri al presidente della Fondazione Inda, Giancarlo Garozzo, e al consiglio di amministrazione.

Lanza Tomasi va via con la convinzione che se non si mette mano a statuto, cda, competenze e ruoli per l’Inda e le rappresentantazioni il futuro non sarà nè lungo nè buono. E rende tra l’altro noti i contenuti della lettera al ministro Franceschini che ha tutta l’aria di essere un atto di accusa contro due dei componenti del consiglio di amministrazione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook