PRIOLO GARGALLO

Versalis, la Uil: "Impedire la svendita a un fondo che non garantisce il futuro"

versalis, vertenza, Siracusa, Economia

«Abbiamo chiesto al ministro dello Sviluppo economico e alle commissioni di Senato e Camera di impedire la svendita a un fondo che non garantisce il futuro del lavoro e dei lavoratori: spero che il messaggio venga recepito». Così il segretario della Uil Carmelo Barbagallo, a Priolo Gargallo (Siracusa) per lo sciopero nazionale dell'Eni, riferendosi all'interessamento di un fondo americano per
l'acquisto di Versalis.

«Uno sciopero a tempo indeterminato a tutela del lavoro: in questa realtà meridionale si sta depauperando tutta l'attività produttiva. E si stanno desertificando tutte le zone industriali». L'ha detto Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, intervenendo questa
mattina all'assemblea dei lavoratori Eni al petrolchimico di Priolo Gargallo (Siracusa). Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per oggi uno sciopero nazionale di otto ore dei lavoratori Eni di tutti i settori (gas, raffinazione, chimica).

«Il governo - ha aggiunto Barbagallo - dovrebbe riprendere l'azione: se non è in condizione di darci risposte, reagiremo come dobbiamo reagire. Siamo per la mobilitazione dura. Stiamo discutendo unitariamente sia per la trattazione pubblico privata sia per la tutela delle zone industriali, in particolare il settore chimico, che non è possibile svendere per ragioni di cassa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati