IL CASO

Ragusa, i bus dell'Ast restano a secco: i sindaci avvisano la Regione

di

RAGUSA. Un' altra tegola rischia di abbattersi sulle amministrazioni locali, specialmente quelle dove l' Ast è nei fatti l' unico vettore per il trasporto pubblico. Il rischio di uno stop nei servizi è dietro l' angolo, e così i primi cittadini cercano di mettere le mani avanti. A Palazzo dell' Aquila si è tenuto un incontro, c' erano gli amministratori di Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Modica, Gela, Siracusa.

È stato Federico Piccitto a rappresentare una questione che in realtà i primi cittadini conosco bene: bus fermi in strada in mezzo alla città perchè termina il carburante, carenze nei servizi e disagi di ogni tipo. Ma può accadere ancora di peggio, che i mezzi si fermino per sempre. Una «situazione di assoluta incertezza circa il futuro di Ast Spa - dice Piccitto - che mette rebbe in discussione la garanzia della copertura del servizio per tutto l' anno in corso».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook