L'INCHIESTA

Indagine sull'acqua inquinata, revocato il divieto di dimora a Pachino per Gennuso

I legali di Gennuso hanno sollevato l'eccezione sull'inutilizzabilità delle prove raccolte dal pubblico ministero, con particolare riferimento ai prelievi e all'analisi dei campioni d'acqua, e ribadito che "il parlamentare regionale è totalmente estraneo alla vicenda"

divieto di dimora, Pachino, Giuseppe Gennuso, Siracusa, Cronaca

PACHINO. Il gip del Tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, ha revocato la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Pachino al parlamentare regionale Giuseppe Gennuso, esponente di Grande Sud - Pid Cantiere Popolare verso Forza Italia, e di Walter Pennavaria, amministratore legale del Consorzio Granelli.

I due sono accusati di truffa aggravata, adulterazione delle acque e frode nell'esercizio del commercio. Il provvedimento era stato emesso il 27 novembre scorso dal gip Andrea Migneco nell'ambito di un'indagine della Procura della Repubblica sulla fornitura di acqua inquinata ai residenti delle contrade Granelli e Chiappa di Pachino. Prima di Natale il Tribunale del riesame di Catania aveva confermato la misura cautelare. I legali di Gennuso hanno sollevato l'eccezione sull'inutilizzabilità delle prove raccolte dal pubblico ministero, con particolare riferimento ai prelievi e all'analisi dei campioni d'acqua, e ribadito che "il parlamentare regionale è totalmente estraneo alla vicenda".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati