CARABINIERI

«Truffa dello specchietto», bloccato a Noto

di

NOTO. L'abitudine di andare in giro per l'Italia e percorrere le vie più diverse ha subito uno stop nel giorno di Santo Stefano quando tutta la famiglia si è trovata riunita attorno alla stessa tavola imbandita per festeggiare la ricorrenza che segue il Natale. I carabinieri della compagnia di Noto, che gli davano la caccia da due mesi, hanno avuto pazienza e conoscendo le usanze dei «Caminanti» sono andati a colpo sicuro e hanno bussato alla porta della sua abitazione poco prima del pranzo di Santo Stefano e lì lo hanno trovato a fare festa assieme ai suoi familiari. In manette è finito il netino Giovanni Fiaschè, 47 anni, già noto alle forze dell'ordine per precedenti legati alle truffe, in particolare quelle dello specchietto consumate ai danni degli automobilisti.

I militari dell'Arma hanno eseguito un provvedimento di ripristino dell'ordine di esecuzione di una condanna definitiva a due mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa di duecento euro, emesso lo scorso 20 ottobre dall'Ufficio esecuzioni penali della procura della Repubblica del tribunale di Macerata. La condanna è legata ad una truffa tentata nel settembre 2007 in provincia di Macerata ai danni di un pensionato raggirato mentre si trovava alla guida della sua autovettura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook