LA VERTENZA

Priolo, la rabbia dei disoccupati in municipio

di
disoccupati, priolo, vertenza, Siracusa, Cronaca

PRIOLO. Hanno presidiato gli ingressi del palazzo municipale di Priolo chiedendo un incontro con il sindaco Antonello Rizza. Nessuna riunione però è stata finora convocata e così è esplosa la rabbia dei componenti del Comitato cittadino dei disoccupati e precari priolesi, che ieri si sono ritrovati in largo dell'Autonomia Comunale a protestare per l'intera giornata contro l'assenza di un progetto che possa garantire il loro inserimento all'interno delle cooperative per i piccoli lavori di manutenzione affidati dal Comune e nelle attività di servizio civico.

Sessanta i componenti del Comitato che intendono andare avanti nella loro protesta. «Sono 3.500 i disoccupati a Priolo - ha detto il presidente del Comitato, Simone Maltese - di questi oltre mille sono rimasti senza lavoro solo nell'ultimo anno. Siamo nella disperazione e questo è testimoniato dalle lunghe file di persone che attendono gli alimenti ed altri beni di prima necessità nei due giorni di apertura settimanale del punto Caritas.

Tutto questo è inaccettabile quando siamo a ridosso del più grande polo industriale d'Europa, dove a lavorare nell'indotto sono però solo coloro che provengono da Gela, da Palermo ed addirittura da Napoli». Ma i componenti del Comitato chiamano in causa il Comune ed il sindaco anche sulla clausola sociale che era stata prevista in base ad un accordo siglato tra il Comune ed i sindacati.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati