LA VERTENZA

Priolo in piazza per difendere la "Versalis"

di

PRIOLO. Due ore di volantinaggio e portinerie presidiate ieri mattina all'ingresso degli stabilimenti della «Versalis» di Priolo. Sono tornati in strada i lavoratori dell'azienda chimica dell'«Eni» che protestano contro il piano di cessione di una quota del proprio ramo chimico ad un fondo di investimento americano. Un'operazione che è ormai in fase avanzata e su cui il Governo intende fare chiarezza già nella riunione convocata per il 12 gennaio al ministero dello Sviluppo economico.

Ma intanto le mobilitazioni a Priolo proseguono. Ieri le segreterie provinciali di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil hanno promosso un volantinaggio davanti i varchi di acecsso degli stabilimenti di Versalis e lungo l'ex statale 114, incassando anche il sostegno degli operai dell'indotto.

«Una protesta che non si ferma qui - ha spiegato il segretario provinciale della Filctem, Mario Rizzuti - contestiamo il piano di vendita del 70 per cento delle quote di Versalis che si attesta in un miliardo di euro al fondo di investimento statunitense ”Sk Capital”. A rischio c'è il completamento del piano di investimenti già avviato da oltre due anni e le prospettive dei cinquecento dipendenti del sito di Priolo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X