IL CASO

Siracusa, appalto per la cittadella dello sport: entra in campo l'anticorruzione

di

SIRACUSA. L'affidamento degli impianti della Cittadella dello sport all'esame dell'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, che ha inviato una lettera al Comune ed all'Ortigia, che gestisce la struttura di via Caldarella chiedendo entro dieci giorni un resoconto dettagliato sui criteri di scelta utilizzati. L'atto, firmato dalla dirigente dell'ufficio precontenzioso ed affari giuridici dell'Anac, Maria Luisa Chimenti, punta a fare chiarezza sui rilievi contenuti nell'esposto presentato lo scorso agosto dal presidente del Circolo 7 Scogli, Marco Capillo, dopo l'esclusione della sua società dalla gara.

Capillo aveva ravvisato una serie di vizi formali nelle procedure di affidamento tra cui la mancata osservanza della disciplina sulla tracciabilità dei flussi finanziari, la violazione nella legislazione sulla nomina della commissione giudicatrice e i criteri di selezione adottati. A vincere la gara lo scorso 13 luglio è stata l'Ortigia che ha presentato un'offerta di 95.600 euro per la gestione fino al 31 luglio del 2016.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X