COMUNE

Immobili in vendita, la giunta di Siracusa abbassa i prezzi

di

Acquaviva: «Ma le soglie siano riportate al 2014». Di Lorenzo: «Scelta giusta, l’ente deve liberarsi dai costi di manutenzione»

Siracusa, Cronaca

SIRACUSA. Prezzi più bassi per cercare di dismettere immobili rimasti invenduti negli ultimi otto anni. Il consiglio comunale ha dato il via libera, giovedì sera, al piano di alienazione degli immobili varato dalla giunta comunale. Nell’elenco sono stati inseriti 8 beni, tra terreni e strutture, con una riduzione nel prezzo di vendita del 20 per cento proprio per cercare di renderli più appetibili a potenziali compratori dopo che negli ultimi 8 anni le aste sono sempre andate deserte.

La vendita degli immobili serve anche per tagliare le spese sostenute dall’amministrazione per la manutenzione delle strutture. In aula è intervenuto il presidente della commissione Bilancio Alessandro Acquaviva. «Abbiamo dato voto favorevole – ha detto il consigliere – ma riteniamo che i prezzi degli immobili debbano essere riportati a quelli del 2014, senza riduzione del 20 per cento».

La commissione Bilancio ha poi invitato l’amministrazione «a rivedere le stime di tutto il patrimonio immobiliare del Comune». «È giusta la riduzione dei prezzi da parte dell’amministrazione – ha sostenuto Elio Di Lorenzo – perché questi immobili costringono l’ente a sostenere costi di manutenzione non indifferenti».

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati