TRIBUNALE

Siracusa, fallimento di Villa Rizzo: il Gip non convalida il sequestro

SIRACUSA. Il gip del Tribunale di Siracusa, Carmen Scapellato, non ha convalidato il sequestro preventivo delle attrezzature che si trovano all'interno della casa di cura Nuova Clinica Villa Rizzo deciso dalla Procura lo scorso 25 novembre e ha disposto la restituzione dei beni alla curatela fallimentare.
Il Tribunale l'1 ottobre scorso ha disposto la restituzione dell'azienda a Clinica Villa Rizzo srl, ma non dei beni che si trovano all'interno e che appartengono alla Td medical srl. La Procura di Siracusa aveva disposto il sequestro e ordinato ai curatori di consentire l'uso delle attrezzature alla società Clinica Villa Rizzo srl. Secondo il Gip Scapellato non sussistono i presupposti di legge e neanche le condizioni di urgenza prospettate dalla Procura per l'emissione del sequestro preventivo.  Il Gip ricorda che il sequestro preventivo "non può essere utilizzato per tutelare interessi di una parte in pregiudizio di altre parti", né "per tutelare privati interessi in sostituzione dei rimedi di tipo civilistico apprestati dall'ordinamento". Clinica Villa Rizzo srl aveva manifestato l'interesse ad avere i beni ed il giudice delegato aveva autorizzato la stipula del contratto d'affitto dietro pagamento di un canone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook