gettonopoli siracusa, Siracusa, Cronaca
INCHIESTA

Gettonopoli a Siracusa, 7 consiglieri nel mirino della Procura

di
Sotto esame le indennità per sedute e commissioni ed i rimborsi

SIRACUSA. Sono almeno 7 i consiglieri comunali finiti sotto i riflettori della magistratura che ha aperto l’inchiesta «Gettonopoli» sui costi delle sedute a palazzo Vermexio. Il capo della Procura, Francesco Paolo Giordano ed il sostituto, Tommaso Pagano, sono, ormai, in fase di chiusura delle indagini che chiariranno la legittimità dei soldi incassati dai consiglieri, tra sedute nell’aula e partecipazioni alle commissioni, e dalle imprese in cui gli stessi esponenti politici sono assunti.

Gli inquirenti hanno concluso le audizioni delle 15 persone che sono state ascoltate in questi mesi e tra questi ci sono soprattutto i segretari di commissione. Oltre alle loro dichiarazioni, che avrebbero fornito un quadro ben preciso della situazione, i magistrati hanno sui loro tavoli atti e documenti acquisiti dagli agenti della Digos, gli stessi che hanno aiutato Francesco Riela, l’ispettore incaricato dall’assessorato regionale agli Enti locali di verificare i costi dei consiglieri di palazzo Vermexio nel 2014.

L’analisi contabile ha stabilito che sono state convocate 1095 riunioni di commissione e 52 sedute in aula, pari ad un milione e 477 mila euro. Circa metà di questo montepremi, 716.543 mila euro, è stato accumulato con i gettoni di presenza, il resto, pari a 760.709 mila euro, con i rimborsi alle imprese. La relazione dell’ispettore è stata già inviata al dirigente regionale dell’assessorato agli Enti locali e naturalmente alla Corte dei Conti. Il giudizio di Francesco Riela è stato impietoso soprattutto sulla partecipazione alle commissioni di consiglieri che non ne facevano parte.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati