L'INCHIESTA

Viaggi religiosi e partiva gratis, indagato il sindaco di Priolo

Altre tre persone risultano indagate. Una responsabile di un'agenzia di viaggi, un ex consigliere comunale è un dirigente del comune

Siracusa, Cronaca

PRIOLO. Gli agenti del commissariato di Priolo Gargallo hanno eseguito due misure cautelari nei confronti del sindaco di Priolo Antonello Rizza, 52 anni, e di una dipendente comunale Lucia Grasso, 52 anni: entrambi hanno l'obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

Sono accusati a vario titolo di abuso ufficio, turbativa d'asta, corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio, truffa aggravata ai danni del Comune, induzione indebita a dare e promettere utilità. Le indagini, dirette dal sostituto procuratore Tommaso Pagano e coordinate dal procuratore Francesco Paolo Giordano, hanno riguardato tre viaggi ricreativi per cure termali o motivi religiosi organizzati dal Comune in favore di anziani e soggetti bisognosi.

In particolare due a Montecatini Terme ed uno a Roma e Assisi tra il 2011 ed il 2015. A due viaggi avrebbe partecipato il primo cittadino con alcuni familiari. Gli investigatori di Priolo, in collaborazione con gli agenti di Parma, Napoli e Bologna, hanno acquisito documentazione al Comune, nelle strutture alberghiere e nelle agenzie di viaggio.

Le indagini scrive nell'ordinanza il gip Michele Consiglio avrebbero provato l'esistenza di un "sistema finalizzato a sfruttare l'occasione dei viaggi per ottenere la possibilità di partecipare gratuitamente". Altre tre persone risultano indagate. Una responsabile di un'agenzia di viaggi, un ex consigliere comunale è un dirigente del comune di Priolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati