COMUNE

Bilancio, piano di rientro in 30 anni: il Consiglio di Siracusa «approva» la manovra

di

SIRACUSA. L'amministrazione propone un piano di rientro del disavanzo di amministrazione in 30 anni ed è polemica in aula. È durato quasi due ore, ieri sera in consiglio comunale, il dibattito sul piano di riaccertamento di debiti e crediti. Il procedimento illustrato dal l'assessore comunale al Bilancio Gianluca Scrofani e dal ragioniere generale Giorgio Giannì prevede un piano di rientro in 30 anni con una rata di 683 mila euro l'anno.

«Abbiamo esaminato 40 mila voci - ha detto Scrofani -. È un provvedimento importante che rende più trasparente il bilancio». «Il disavanzo - ha aggiunto Giannì - viene coperto con tutte le risorse a disposizione del Comune. La scelta che abbiamo effettuato è quella di coprirlo con l'avanzo corrente». Gianní ha poi chiarito che con il provvedimento «non si stanno cancellando i crediti perché il Comune mantiene comunque il diritto e il dovere di esigerne il pagamento».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X