COMUNE

Siracusa, al Vermexio nuovo blitz della finanza

di

SIRACUSA. Nuova visita dei militari della Guardia di finanza al Comune. Ieri mattina, i militari si sono presentati al quarto piano di palazzo Vermexio negli uffici della presidenza del Consiglio per acquisire delibere e verbali dell’assemblea relativi al periodo compreso tra novembre e dicembre dello scorso anno.
I servizi nel mirino della Procura
La documentazione che incuriosisce i magistrati è quella sulla gestione degli asili nido e degli impianti sportivi: servizi per i quali, poco meno di un mese fa, è stata aperta un’inchiesta in cui sono rimasti coinvolti i consiglieri Giuseppe Assenza, di Forza Italia, ed Alberto Palestro, di Siracusa democratica, mentre Roberto Di Mauro, di Forza Italia, è stato tirato in ballo sul servizio del telesoccorso. A quanto pare, nel “calderone” degli inquirenti ci sono anche le delibere di giunta delle amministrazioni di Titti Bufardeci e di Roberto Visentin che il sindaco Giancarlo Garozzo, nel corso della conferenza stampa di due settimane fa, ha reso pubbliche. Una presa di posizione per testimoniare, nella ricostruzione del primo cittadino, che quei servizi hanno un’origine ben precisa. Questa mole di atti, finita sul tavolo del capo della Procura, Francesco Paolo Giordano, consentirà di andare a ritroso nel tempo e di svelare se vi sono stati illeciti nelle modalità di affidamento. Su un punto, però, gli inquirenti sono assai decisi: che non vi sono stati bandi di gara per l’assegnazione.
Un nuovo filone investigativo
Non sono solo questi servizi ad essere finiti al centro delle attenzioni dei militari della Guardia di finanza e dei magistrati, che, spulciando le carte del Comune, acquisite nel corso degli ultimi 8 mesi, avrebbero messo sotto il microscopio altri affidamenti, su cui, però, gli inquirenti preferiscono mantenere il riserbo. «Stiamo portando avanti – spiega il capo della Procura, Francesco Paolo Giordano – un’inchiesta molto complessa e l’acquisizione degli atti da parte della Guardia di finanza ci consentirà di avere altri elementi in mano».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook