L'AUTOPSIA

Il pescatore trovato morto in mare: riscontrata una lesione sulla testa

di

SIRACUSA. È stata eseguita ieri mattina l’autopsia sul corpo senza vita del comandante del motopesca Giulia Rana, trovato morto in mare a circa 28 miglia dalla costa di Portopalo.
Nel corso dell’esame, oltre ai segni di annegamento, come del resto era emerso nell’ispezione cadaverica, sarebbero stati riscontrati delle piccole lesioni, tra cui una alla testa.
Elementi che potrebbe rivelarsi utili nell’inchiesta condotta dal capo della Procura, Francesco Paolo Giordano, e dal sostituto, Marco Di Mauro, titolari del fascicolo che, al momento, è a carico di ignoti.

Gli ulteriori accertamenti su quanto svelato dall’autopsia, compiuta dal medico legale Francesco Coco, potrebbero, dunque, consentire di comprendere cosa sia accaduto in quella drammatica battuta di pesca a cui hanno preso parte il comandante, O.M., 66 anni, originario di Molfetta, e gli altri quattro membri dell’equipaggio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook