COMUNE

Siracusa, appello per la Tari: "Una spesa che deve essere dimezzata"

di

SIRACUSA. Siamo noi i primi a renderci conto che il costo non equivale alla qualità del servizio e anche per questo nel 2014 sono scattate sanzioni nei confronti di Igm per oltre 600 mila euro». È l’assessore comunale al Bilancio Gianluca Scrofani a intervenire sul piano economico finanziario approvato della Tassa sui rifiuti approvato martedì dal consiglio comunale.

«Abbiamo pubblicato un bando che per la base d’asta prevede un risparmio di 2 milioni di euro in meno rispetto a quanto spendiamo oggi – ha detto Scrofani -. Siamo anche convinti di poter dimezzare la spesa per il conferimento in discarica che oggi ci costa 7 milioni e 400 mila euro. Una volta raggiunto quest’obiettivo potremo anche ridurre il carico fiscale sui cittadini con esenzioni e agevolazioni». Scrofani ha anche spiegato che ”il piano economico prevede un costo di 29 milioni 839 mila euro con riduzioni ed esenzioni per 2 milioni e mezzo di euro ed è legato a un capitolato che non tiene conto dell’espansione della città negli ultimi anni”. Resta comunque polemico Salvo Sorbello. «Rimaniamo – ha dichiarato il consigliere – sempre al secondo posto in Italia per la tassa dei rifiuti più cara».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook