CARABINIERI

Estorsioni e vessazioni a imprenditori: 3 arresti a Rosolini

Gli arrestati, è stato accertato, per convincere le vittime a pagare non esitavano a porre in essere comportamenti violenti e vessatori

I carabinieri di Noto hanno arrestato per estorsione e tentativo di estorsione Bruno Monti, 40 anni, già sottoposto alla sorveglianza speciale, e Massimo Di Mare, 39 anni, trasferiti subito nel carcere di contrada Cavadonna e Benedetto Polizzo, 35 anni, posto invece ai domiciliari. Per una quarta persona solo l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Cinque casi di
estorsione e quattro di tentata estorsione tra marzo e giugno scorso a imprenditori piccoli esercenti di Rosolini contestate dal sostituto procuratore Margherita Brianese che ha  coordinato l'inchiesta.

Due i metodi utilizzati dalla banda che aveva in Monti il leader, mandante e anche autore, come ha spiegato il capitano Sabato Landi: o il cavallino di ritorno, sottraendo un bene per chiederne il corrispettivo in denaro, o la classica richiesta del pizzo. La somma per la protezione variava dalle  300 alle 500 euro mensili ma poteva raggiungere anche le mille  euro. Il comandante provinciale dei carabinieri Luigi Grasso ha sottolineato il clima di tensione ed ha ribadito la fiducia che alcune vittime hanno riposto nei carabinieri  denunciando le vessazioni a cui erano sottoposti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X