SIRACUSA

Eligia Ardita, l'abbraccio dei familiari dopo la confessione: "Emersa la verità"

di

SIRACUSA: Si sono abbracciati, da un lato il padre di Eligia, Tino Ardita, dall’altro il fratello di Christian, Pierpaolo Leonardi, quasi sollevati dall’epilogo di questa drammatica vicenda familiare. Entrambe le famiglie, legate ormai in modo indissolubile dal sangue di due vittime, hanno sancito la pace ed insieme hanno affrontato, attraverso i rispettivi legali, la selva di domande sulla risoluzione di un’inchiesta che in un primo momento aveva preso una piega diversa, con l’iscrizione nel registro degli indagati del personale del «118» e del ginecologo della donna.

«C’è stata la svolta, Cristian ha confessato di essere l’autore del delitto» spiega Aldo Scuderi, legale del presunto omicida. Poi, il difensore sviscera altri dettagli. «Si è trattato di un incidente – racconta l’avvocato nel piazzale del Monumento ai Caduti in Africa - e le modalità di quanto accaduto sono state descritte ampiamente al magistrato che ha secretato il verbale, ragion per cui non posso entrare nei dettagli della questione che, comunque, la famiglia Ardita conosce. Nel rispetto dell’impegno preso per la ricerca della verità con i parenti dell’infermiera morta, ci siamo scambiati informazioni, opinioni e dati che nella giornata di ieri hanno determinato questa svolta, in relazione alla quale il ragazzo è stato messo di fronte alla sue responsabilità. Da questo momento, manifestiamo il nostro dolore ai familiari per la grandissima perdita».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X