IL CASO

Siracusa, dipendenti in servizio per il Comune: "Da due mesi senza stipendio"

di
Siracusa, Politica

SIRACUSA. Sono in stato di agitazione e reclamano il pagamento delle spettanze di luglio ed agosto.  A mobilitarsi sono i ventisei dipendenti che fanno parte della «Innovazione e tecnologie», l'azienda subentrata alla «I & T Servizi» che ha assunto l'appalto per conto del Comune, dei servizi tributari, di ragioneria, dei servizi demografici, e delle attività del centro elaborazione dati.

Lo stato di agitazione è stato proclamato dalla segreteria provinciale della Fim Cisl e della Uilm Uil che hanno anche programmato per oggi dalle 9 alle 12 un'assemblea nel salone della Cisl in via Arsenale.  «Non c'è alcuna certezza se e quando ci verranno pagati gli stipendi che sono stati maturati per i mesi di luglio ed agosto oltre a quello corrente di settembre - ha spiegato uno dei dipendenti, Maurizio Alessi - inoltre abbiamo sollecitato l'amministrazione comunale a fare sentire la propria posizione in qualità di committente dell'appalto, ma non abbiamo avuto alcuna risposta. La società gestisce servizi fondamentali per la città che noi dipendenti con senso di responsabilità stiamo garantendo pur senza avere pagati gli stipendi. A questo punto siamo preoccupati per il nostro futuro e non è escluso uno sciopero di tutte le attività».

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati