SENTENZA D'APPELLO

Ars, Bandiera scalza Sorbello per la terza volta in due anni

di
Per la terza volta in due anni l’esponente di Forza Italia entra all’Assemblea regionale al posto dell’ex sindaco di Melilli, fuori per la legge Severino

SIRACUSA. Per la terza volta in due anni Edy Bandiera entra all’Assemblea regionale siciliana al posto dell’ex assessore regionale ed ex sindaco di Melilli Pippo Sorbello. Una vicenda quella della poltrona all’Ars che in questi anni è stata condivisa dai due politici che al di la degli aspetti istituzionali e giuridici è a dir poco paradossale. Tutto nasce con l’entrata in vigore della legge Severino, e le conseguenti interpretazioni che ne sono state fatte tra gli organismi dell’Ars, ufficio legale incluso, e dai vari tribunali dove nel frattempo è stata messa in piedi la querelle tra i due ex ”colleghi” di partito. Ex perchè nel frattempo Bandiera ha preso le distanze dall’Udc, partito dove continua a militare l’ex sindaco di Melilli, ed è passato con Forza Italia che gli ha riconosciuto un ruolo di primo piano affidandogli la vicepresidenza regionale del partito.

La vicenda adesso, con il pronunciamento in secondo grado a favore di Bandiera, potrebbe dirsi conclusa. Ma non è escluso che Sorbello decida di impugnare, come fatto in precedenza, il pronunciamento e andare in Cassazione.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X