SERVIZIO

Crisi idrica in contrada Pica, monta la protesta ad Avola

di

Gli utenti hanno promosso una raccolta di firme da presentare al prefetto. «Questi guasti alla rete sono ormai infiniti»

Siracusa, Cronaca

AVOLA. Ad estate ormai agli sgoccioli, per i residenti stabili e vacanzieri di Avola Antica il problema della carenza idrica nelle case non sembra ancora finito. Soprattutto per le circa cento famiglie che abitano nel villaggio- residente di contrada Pica, tornati a protestare fino ad ieri al municipio con gli amministratori comunali e i responsabili del settore idrico per la mancata erogazione dell'acqua (pur se non potabile), dopo che l'ultima erogazione risale a venerdì scorso e per sole due ore.

I serbatoi di accumulo nelle case sono a secco da giorni. Lamentele e proteste che i condomini del residence hanno portato sul tavolo della riunione svoltasi lunedì sera nello stesso residence, con l'intenzione adesso di rappresentare il grave disagio della mancata erogazione dell'acqua con una petizione e raccolta di firme da inviare al Prefetto di Siracusa.

Almeno nelle intenzioni. Per quasi tutti i mesi estivi i residenti di Avola Antica hanno ottenuto l'erogazione dell'acqua dalla rete comunale per qualche ora e per soli due giorni della settimana , martedì e venerdì con molti che in questi giorni di mancata erogazione sono stati costretti per le esigenze e incombenze domestiche a compare il prezioso liquido nei rivenditori privati forniti di autobotti.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati