CARABINIERI

Melilli, picchia i carabinieri: giovane arrestato

di

MELILLI. Prima ha infastidito il titolare e alcuni clienti di un bar a Città Giardino, poi si è scagliato contro i carabinieri intervenuti per cercare di farlo ragionare. È successo di tutto venerdì pomeriggio dentro e fuori un bar tabacchi in viale Garrone. A finire in carcere a Cavadonna, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni è stato Marco Mita, un priolese di 28 anni, già noto alle forze dell’ordine. Ad arrestarlo in flagranza di reato sono stati i militari della stazione di Priolo, agli ordini del comandante, Natalino Barbagallo, avvisati proprio dal titolare dell’esercizio pubblico.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il giovane nel corso della giornata avrebbe fatto più volte la spola tra la propria abitazione, sempre in viale Garrone, e l’attività commerciale. I viaggi sarebbero serviti per acquistare della birra, alcune bottiglie non le avrebbe nemmeno pagate, ma con il passare del tempo sarebbe aumentato anche lo stato di ebbrezza del ventottenne che in stato evidente di alterazione avrebbe iniziato a importunare sia il titolare del bar tabacchi che alcuni clienti presenti all’interno dell’esercizio commerciale. Dopo aver provato a farlo calmare, il commerciante si è deciso ad avvisare i militari dell’Arma sperando di poter risolvere così la situazione. Quando i carabinieri della stazione di Priolo sono arrivati in viale Garrone, però, il giovane ha pensato bene di scagliarsi contro i due militari iniziando a prenderli non solo a calci e pugni ma anche a morsi e testate.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook