IL CASO

Siracusa, gli approdi in "alto mare"

di

SIRACUSA. «In calo di venti presenze rispetto allo scorso anno l'arrivo dei grandi yacht al Porto grande». Lo ha sottolineato il presidente provinciale della sezione Attività portuali della Confcommercio, Francesco Diana. «Rispetto agli 80 yacht approdati nel 2014 - ha spiegato Diana - gli arrivi sono stati finora 60 tra aprile e la prima decade di agosto. Questi numeri sono dovuti alla carenza dei servizi offerti attualmente ai grandi yacht, in particolare all'assenza delle colonnine per il carburante, l'acqua e la luce, e per la presenza di un unico approdo rappresentato dalla banchina 5 davanti alla Capitaneria.

Siamo adesso in attesa del completamento dei lavori al Porto grande. Va detto che comunque si tratta di un calo fisiologico dovuto anche al periodo di Ferragosto ed alle voci che si erano sparse nelle scorse settimane circa un possibile insediamento di un campo base per l'accoglienza dei migranti al Porto grande. Tutte voci infondate che però hanno avuto l'effetto di fare preferire altri porti ai titolari ed alle compagnie dei grandi yacht».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook