VIA TICINO

Priolo, la caserma dei pompieri: «Una priorità»

di
L’ammodernamento della sede dei vigili del fuoco è stato inserito nel piano triennale delle opere pubbliche da poco approvato dal consiglio comunale

PRIOLO GARGALLO. L'ammodernamento del distaccamento dei vigili del fuoco inserito come priorità nella prima annualità del piano triennale sulle opere pubbliche varato dal consiglio comunale. Per la struttura che si trova in via Ticino, l'amministrazione comunale ha stanziato 180 mila euro che si vanno ad aggiungere ai 30 mila euro che ha destinato Eni. I lavori riguardano l'ammodernamento e l'adeguamento alle norme antisismiche dell'immobile che l'ex Asi ha già affidato al Comune di Priolo.

Un passo successivo alla selezione che ha premiato il Comune risultato uno dei centri siciliani ad aver ottenuto l'istituzione dal ministero dell'Interno di un presidio dei vigili del fuoco, dove verranno destinate 28 unità. Il distaccamento servirà le esigenze oltre che di Priolo e della vicina Melilli, anche della parte nord di Siracusa, e secondo le esigenze operative anche di Sortino, Solarino, Floridia e parte di Augusta. Numerose le segnalazioni anche del deputato regionale Vincenzo Vinciullo per accelerare l'iter ed aprire definitivamente questo presidio che è passato nella disponibilità del Comune e dove sono già stati effettuati tutti i sopralluoghi tecnici, oltre alla stipula di un accordo con il comando provinciale dei vigili del fuoco.

Un'opera su cui punta l'amministrazione comunale retta dal sindaco Antonello Rizza per avere un presidio in un'area critica come Priolo, dove l'emergenza incendi su cui oltre ai vigili urbani vede impegnati in prima fila anche la squadra comunale di Protezione civile, è legata anche al rischio sismico, industriale ed idrogeologico. L'ultima fase resta adesso la redazione del bando per affidare i lavori. Intanto però si sono registrati nelle scorse settimane alcuni atti vandalici nella struttura di via Ticino. L'ultimo ha pesantemente danneggiato la sede che ospiterà il distaccamento dove i vandali introdotti all'interno hanno distrutto i servizi igienici, portando via anche gli infissi e parte della ringhiera delle scale. (*VICOR*)

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook