Siracusa, pannelli solari fuori uso all'istituto Costanzo

di

SIRACUSA. Un impianto mai entrato in funzione, nessun allaccio alla rete elettrica e i pannelli fotovoltaici che in otto anni invece di catturare i raggi solari sono diventati un deposito di polvere. Pannelli che adesso rischiano di rimanere solo un mucchio di buoni propositi e un simbolo di incuria e abbandono.

È la situazione paradossale vissuta all’istituto comprensivo «Costanzo» di viale Santa Panagia dove dal 2007 è pronto ed è stato installato un impianto fotovoltaico che avrebbe dovuto alimentare l’intera scuola. La realtà è ben diversa ed è fatta di pannelli ormai rotti e in parte inutilizzabili e di un’energia solare che dalle parti del «Costanzo» non si è mai vista. A seguire la vicenda da vicino, quando ricopriva l’incarico di assessore comunale alle Politiche scolastiche è stato l’attuale deputato regionale Vincenzo Vinciullo.

«Abbiamo realizzato due impianti, uno al ”Costanzo” e uno all’istituto ”Paolo Orsi” - spiega il parlamentare - ultimando tutte le opere nei tempi previsti ed effettuando anche i collaudi. Li abbiamo inaugurati entrambi ma nell’edificio di viale Santa Panagia sono subito emersi problemi per il collegamento alla rete dell’Enel. Ci era stato spiegato che il problema poteva essere risolto in poche settimane ma dal 2007 a oggi non è cambiato assolutamente nulla». I due impianti sono stati realizzati con una spesa complessiva di 235 mila euro per ottenere una potenza di 12,6 kilowatt all’istituto «Paolo Orsi» e 19,8 kilowatt al «Costanzo».

L’obiettivo era da un lato l’efficientamento energetico, con risparmi dal punto di vista economico per l’amministrazione comunale, dall’altro anche diffondere tra gli studenti la cultura di una energia pulita. Tutto però si è arenato su un allaccio che non è mai stato realizzato. Diversa è invece la situazione al «Paolo Orsi», in piazza della Repubblica, dove l’impianto è in funzione ma ci sono meno risparmi del previsto, legati solo ai tagli nei costi della bolletta elettrica. «Da anni ormai dovevano realizzare questi allacci - ha aggiunto Vinciullo - ma non si capisce cosa stia facendo il Comune».
La risposta dell’amministrazione, sull’istituto «Costanzo», non si è fatta attendere. «Ci sono forti difficoltà legate all’allaccio dell’impianto - ha ammesso Valeria Troia, assessore comunale alle Politiche scolastiche - ma i nostri tecnici dell’ufficio Energia stanno cercando adesso di risolvere il problema. Abbiamo anche dei finanziamenti europei con i quali speriamo di poter finalmente attivare un impianto. Va detto, però, che servono anche dei lavori di ripristino dei pannelli perché non è mai stata effettuata la manutenzione e sono fortemente danneggiati». L’assessore Troia lancia anche una frecciata. «Non vorrei - sostiene l’esponente della giunta comunale - che l’inaugurazione di questo impianto, nonostante i problemi legati all’allaccio, sia stato solo un modo per fare passerella. Noi comunque stiamo cercando di individuare le soluzioni più adatte per superare tutte le difficoltà. Per quanto riguarda il ”Paolo Orsi”, invece, la scuola è alimentata con i pannelli fotovoltaici ma non essendo stati attivati una serie di incentivi, i risparmi sono più contenuti del previsto».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X