CARLENTINI

Tecnici rapiti in Libia, il mondo della politica si stringe attorno ai Failla

di
Carlentini, libia, tecnico rapito, Siracusa, Cronaca

CARLENTINI. A sessantadue ore dal rapimento di Salvatore Failla, 47 anni, tecnico della ditta Bonatti, in Libia, la moglie Rosalba Castro è incollata al telefono di casa in attesa di ricevere notizie dalla Farnesina. Il telefono è squillato solamente per esternare alla famglia Failla la solidarietà di tantissimi amici, familiari e semplici conoscenti che si sono stretti attorno alle due figlie di 22 e 14 anni che in questi giorni sono rimasti a casa.

In città da domenica sera sono ore di angoscia per la sorte di Salvatore e dei tre tecnici italiani rapiti vicino alla città di Mellitah. Salvatore era rientrato a Carlentini due settimane fa per trascorrere alcuni giorni di ferie con moglie e figli e poi ripartire per un altro periodo di lavoro e rientrare dopo ferragosto per le vacanze estive.
Le forze politiche di Carlentini, ieri mattina, hanno manifestato la loro solidarietà alla famiglia Failla. "Esprimiamo profonda vicinanza e solidarietà alla famiglia del nostro concittadino carlentinese Salvatore Failla - ha detto il consigliere comunale de Ncd Carlo Cardillo- rapito insieme agli altri tre colleghi".

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati