NORD AFRICA

Siracusano rapito in Libia, ore di attesa a Carlentini

SIRACUSA. Salvatore Failla, uno dei quattro  dipendenti della Bonatti di Parma sequestrati in Libia, è  orginario di Carlentini, in provincia di Siracusa, dove vive la  sua famiglia. L'operaio siciliano, 47 anni, padre di due figlie  di 22 e 12 anni, è saldatore specializzato per l'azienda di  Parma da diversi anni. Fino a poco tempo fa si trovava in  Tunisia, poi il trasferimento in Libia.

 La famiglia si è trincerata dietro un comprensibile stato di  angoscia e su indicazioni della Farnesina e dell'azienda  preferisce non rilasciare dichiarazioni. «Siamo preoccupati e  vicini alla famiglia - ha detto il sindaco di Carlentini  Giuseppe Basso -. Conosco bene il padre di Salvatore, che è  stato anche alle dipendenze del Comune, e conosco lui come un  gran lavoratore. Risiede qui, ma è spesso in trasferta in Italia  e all'estero per lavoro. Seguiamo la vicenda e siamo pronti come  Istituzione ad intervenire per qualsiasi cosa sia  necessario».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook