IL CASO

Pd, slitta l’assemblea a Siracusa. Raciti: «Serve tempo per la ricomposizione»

di

SIRACUSA. Bocce ferme nel Pd. Non perchè non si stia tentando di trovare una soluzione per la riappacificazione interna. Ma perchè occorre un ulteriore momento di riflessione. Tanto che il segretario regionale Fausto Raciti ha chiesto un rinvio dell’assemblea provinciale convocata per domani. E che in assenza di un accordo rischiava di trasformarsi in una sorta di ”guerriglia” interna, di ”resa dei conti”. A rendere noto il rinvio dell’assemblea è stato lo stesso presidente Turi Raiti dopo aver ricevuto la specifica richiesta da Raciti.

«Al fine di agevolare il percorso unitario di ricomposizione del Pd di Siracusa - ha scritto Raciti - chiedo di rinviare l’assemblea provinciale a lunedì 20 luglio, alla quale sin da ora assicuro la mia presenza». Il «caso» Siracusa dunque resta nell’agenda di Raciti ormai deciso a posizionare Alessio Lo Giudice alla guida del partito provinciale. Una richiesta che alla fine anche la componente renziana aveva accettato.

Una richiesta risultata dapprima «indigesta» all’area Dem che capitolando su questo punto dell’accordo non ha poi avuto intenzione di cedere sulla segreteria cittadina designata per i renziani ma rivendicata dal gruppo guidato dalla parlamentare nazionale Sofia Amoddio e dalla deputata regionale Marika Cirone Di Marco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X