LA STORIA

Da Augusta a New York per un intervento al midollo: la nuova vita di Federico

di

AUGUSTA. Adesso può andare tranquillamente sulla bicicletta che non usava da due anni insieme a papà Francesco e giocare al parco giochi, ma anche camminare da solo senza avere quel "peso" alla schiena che lo costringeva a fermarsi e gli faceva tremare le gambe.

A quasi cinque anni il prossimo 30 luglio può già dire di essere rinato una seconda volta Federico Salemi, il bimbo affetto da "midollo ancorato occulto", una rara patologia che, producendo un lipoma, limita il movimento del midollo spinale mantenendolo ancorato all' interno della colonna spinale e provocando problemi di deambulazione, incontinenza, forti dolori alla schiena, gambe e piedi. E ormai è superato grazie ad un delicato intervento chirurgico al Long Island Jewish medical center di New York e perfettamente riuscito.

Per il piccolo l' intera comunità augustana e non solo (anche Caltanisetta, città d' origine della mamma ha contribuito) si è mobilitata in pochissimo tempo - 4 mesi - ha raccolto attraverso manifestazioni di ogni tipo circa 150 mila euro necessari all' intervento chirurgico effettuato il mese scorso. «L' operazione è durata 4 ore e mezzo ed è andata bene - ha raccontato mamma Barbara-. Così come sospettava il neurochirurgo Paolo Bolognese che aveva fatto la diagnosi, c' era un grosso lipoma che è stato asportato. Nelle successive 24 ore Federico è rimasto coricato aletto e non si è mai lamentato, il giorno dopo era già in piedi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X