INDA

Benedetti «stregata» dal Teatro greco di Siracusa

di
L’attrice marchigiana ha interpretato il ruolo della nutrice di Medea. «Accanto a Valentina Banci ho scoperto un senso vero di maternità anche artistica»

SIRACUSA. Parliamo di tutto ma non dell’età, perché il tempo non esiste: siamo ciò che facciamo, siamo l’energia e la capacità di credere sempre nelle nostre passioni», e di passione Francesca Benedetti ne ha una sopra tutte, il teatro.

Sul palco del Teatro greco di Siracusa, in questa stagione di spettacoli classici ormai conclusa, ha avuto un ruolo di primo piano che è la nutrice di Medea, una figura materna, di sostegno al dramma interiore della protagonista, un ruolo che Francesca Benedetti ha imparato ad “amare recitando giorno dopo giorno” – sostiene - scoprendo “accanto a Valentina Banci un senso vero di maternità, anche artistica”. E adesso un “prolungamento” della stagione siracusana che approda nella capitale, al Colosseo, dove la “Medea” di Seneca diretta da Paolo Magelli sarà in scena il 13, 14 e 15 luglio.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook