CRISI

Siracusa, centomila senza lavoro in provincia

di

SIRACUSA. Senza lavoro in provincia 100 mila unità, crescita del tasso di disoccupazione che si attesta al 25,3 per cento, ed assenza di investimenti da oltre 5 anni.  È un quadro a tinte fosche quello rappresentato ieri dal segretario provinciale della Cgil, Paolo Zappulla, alla conferenza di organizzazione nel salone dell’«Open Land» in viale Epipoli, alla presenza del responsabile della segreteria nazionale con delega allo Sviluppo economico, Riccardo Sanna e del segretario regionale Michele Pagliaro.

«La Cgil opera in una terra massacrata da due grandi emergenze: sociale con il crollo occupazionale – ha detto Zappulla – e produttiva con la desertificazione industriale. Qui gli ultimi investimenti importanti sono stati l’autostrada Siracusa-Catania e quelli di Erg entrambi completati nel 2009. Dopo nulla di significativo. Dalle macerie lasciate dalla crisi possiamo ripartire se puntiamo sui punti di forza del territorio: l’industria, l’agroalimentare ed il turismo, investendo anche sulle infrastrutture che creano lavoro. Pensiamo alla portualità turistica e commerciale, alla viabilità come l’autostrada Siracusa-Gela e il raddoppio della Ragusa-Catania, al rilancio del sistema ferroviario, alle bonifiche ed al risanamento del polo industriale di Priolo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X