UN ANNO DALLA CHIUSURA

Il caso Cavagrande arriva all'Ars

di

CASSIBILE. "A un anno dell'incendio che ha danneggiato gravemente una parte della Riserva naturale di Cavagrande del Cassibile, che ha portato alla chiusura dei sentieri che conducono all'interno del "canyon" e ai laghetti di Avola Antica, sembra che nemmeno sia stato predisposto un progetto degli interventi necessari alla messa in sicurezza dei costoni e quindi alla riapertura dei sentieri." È questa la denuncia contenuta in una interrogazione a firma dei parlamentari del Mpa Toti Lombardo e Giuseppe Gennuso, sottoscritta anche dal deputato siracusano Giuseppe Sorbello.

Nell'interrogazione indirizzata al Presidente della Regione e agli Assessori all'Agricoltura, Economia e Beni culturali, i deputati regionali ricordano che, "la Riserva è affidata fin dalla sua costituzione, avvenuta nel 1977, all'Azienda Foreste, che è quindi responsabile della sua manutenzione e di tutti gli interventi di tutela, recupero e valorizzazione."

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook