CALCIO

Noto, arriva la chiamata: la Lega Pro non è un sogno

NOTO. Puntare al futuro, che è poi molto prossimo, con rinnovato ottimismo. Per il Noto Calcio potrebbero aprirsi le porte della Lega Pro (com'era lusinghiero chiamarla serie C).

A ricevere la notizia del possibile ripescaggio è stato il presidente Graziano Zani, ipotesi avvalorata dalla difficoltà di molte società ad iscriversi al terzo livello del campionato italiano di calcio, ma anche dal fatto che il Noto, da cinque anni in serie D, avrebbe le carte in regola per il passaggio di categoria. A Noto da qualche giorno si lavora su questa ipotesi ma con i piedi ben saldati per terra: ci sarà da smuovere mezzo mondo e fare i conti con la cassa. Che di questi tempi non è propria feconda. Ma, per rimanere con i piedi per terra, c'è tanto da sanare: per poter sperare nella Lega Pro occorre sistemare, e anche in tutta fretta, il rettangolo di gioco di contrada Zupparda che da oltre un anno è in disuso, per questo il Noto ha disputato le partite interne dell'intera stagione a Palazzolo. V.R.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook