L'EVENTO

Expo, presentato a Siracusa il progetto "Madre Terra"

Coinvolte anche le altre province della Sicilia orientale

SIRACUSA. È stato presentato ieri mattina a Siracusa il progetto «Sicilia madre terra» per la  valorizzazione internazionale delle risorse del territorio.   L'obiettivo è mettere insieme le eccellenze produttive delle  filiere dell'agroalimentare della Sicilia Orientale, dei  territori delle province di Ragusa, Catania, Siracusa, Enna e  Caltanissetta, insieme al patrimonio artistico e culturale, ai  beni paesaggistici e naturalistici, proponendo spunti innovativi  nell'ottica di incoraggiare lo sviluppo sociale ed economico,  preparando il territorio, dal punto di vista organizzativo e  promozionale all'incontro con le persone, le imprese e le  istituzioni (già prenotati oltre 150 operatori stranieri, 9 dei  quali cinesi saranno in Sicilia già dalla fine di giugno) che da  maggio a ottobre, grazie ad Expo 2015 e al programma «Dall'Expo  ai territori», promosso dalla presidenza del Consiglio dei  ministri e dalla Conferenza delle Regioni, visiteranno la  Sicilia orientale.

Il progetto nasce con il coordinamento dell'assessorato  regionale alle Attività Produttive, per allestire delle «Piazze  di promozione» nelle città di Catania, Ragusa, Siracusa, Noto, e  ancora Canicattini Bagni e Ragusa porto, dalle quali, durante il  periodo della grande vetrina mondiale di Expo 2015, saranno  promosse le offerte di fruizione dedicate all'esplorazione e  alla conoscenza dei paesaggi dell'agroalimentare di qualità e  delle risorse culturali e naturali della Sicilia orientale.     A realizzare le «Piazze di promozione» saranno le Camera di  Commercio di Siracusa, Catania, Ragusa, Enna, Caltanissetta, che  hanno promosso il progetto, assieme ai Comuni di Siracusa, Noto,  Ragusa, Catania, Enna, e Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X