BALLOTTAGGIO

Augusta, gli sconfitti indecisi: pochi si schierano

di
Riunioni e comizi: Morello ha reso noto di aver denunciato la «grillina» Di Pietro

AUGUSTA. Campagna elettorale sempre più in fibrillazione ad Augusta per l'ultima settimana che precede il ritorno alle urne per il ballottaggio del 14 e 15 giugno che consegnerà alla città il nuovo sindaco, dopo due anni e tre mesi di commissariamento per infiltrazioni mafiose. Tutti e due i candidati correranno con la stessa squadra di appartenenza, Cettina Di Pietro con la lista del «Movimento 5 stelle» e Nicky Paci con le cinque liste civiche, anche se ha già detto di aver avviato contatti con chi è rimasti fuori dal secondo turno. Stasera Giambattista Totis incontrerà i suoi sostenitori per la decisione finale dell'eventuale appoggio al ballottaggio.

Una scelta che verrà resa nota domani sera pubblicamente dal palco di piazza Duomo per il comizio di ringraziamento, invece, da Marco Stella. Antonio Di Silvestro preferisce non esprimersi e lasciare liberi gli elettori anche se ha apprezzato il rispetto umano di Paci che lo ha contattato e ha inserito nel suo programma il problema del randagismo. Marcello Guagliardo a caldo, subito dopo i risultati del primo turno, aveva detto che a titolo personale avrebbe appoggiato la candidata grillina, anche se poi a ben guardare una vittoria di Paci, anche senza apparentamento farà scattare un altro seggio alla lista «Nessun dorma».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X