PALLANUOTO

L’Ortigia non molla, Leone: «Vogliamo la bella»

di
Dopo il passofalso in gara 1 i biancoverdi scendono in vasca per preparare l’impegno casalingo. Si punta al recupero di Martino Abela

SIRACUSA. L'Ortigia torna in acqua stamani per preparare la seconda finale play-off con la Pallanuoto Trieste. Sconfitta per 16-8 in gara 1, la squadra di Gino Leone medita di prendersi la rivincita mercoledì prossimo davanti al proprio pubblico e portare gli alabardati alla bella.

Tecnico e giocatori non hanno ancora digerito l'amaro boccone ingoiato sabato scorso alla piscina «Bruno Bianchi» e ripensano con un pizzico di amarezza alle condizioni sfavorevoli che hanno impedito alla squadra di esprimersi ai livelli abituali. Hanno influito l'assenza dell'infortunato Dario Puglisi e un vecchio malanno alla schiena, ricomparso durante la terza sfida giocata con il Quinto, che. ha fortemente condizionato la prova di Gianluca Patricelli. Come non bastasse, durante la fase di riscaldamento il centroboa Martino Abela si è procurato una contrattura muscolare che ne ha visibilmente ridotto il rendimento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X