CORTE DEI CONTI

Medico condannato a risarcire l'Asp di Siracusa

Violava esclusività professionale, restituirà 135 mila euro

Avola, condanna, rosolini, Siracusa, Cronaca

SIRACUSA. Percepiva l'indennità prevista per il regime di esclusività in ospedale continuando ad esercitare l'attività libero professionale in due studi privati, ora dovrà risarcire all'Asp 135 mila euro. La Sezione giurisdizionale d'appello della Corte dei conti ha confermato la condanna in primo grado contro Paolo Caruso, 58 anni, primario dell'Unità operativa complessa di oftalmologia dell'ospedale di Avola (sentenza 152/A/2015).

Il medico era stato autorizzato a svolgere attività professionale «intramoenia allargata» nella branca di oculistica nei locali di via Cavour, ad Avola. In realtà, accertarono i carabinieri del Nas, svolgeva anche attività libero professionale in uno studio di Rosolini e in uno di Pozzallo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati