IL PROGETTO

Un ponte con la Tunisia, 50 aziende siracusane pronte ad investire

di

SIRACUSA. Due start-up avviate, cinquanta aziende interessate a sviluppare progetti con realtà tunisine nei settori dell'innovazione tecnologica e del packaging applicati all'agroalimentare e nella pesca. Sono alcuni dei risultati emersi ieri nel corso del convegno tenuto nel salone di Confindustria in viale Scala Greca sulle attività del progetto «Polymeda» concluso dopo tre anni. Sulla sponda tunisina sono state 300 le manifestazioni di interesse presentate dalle imprese nordafricane e 60 le richieste di iscrizione formalizzate nell'apposito sportello istituito ad Ariana.

Nell'ambito del progetto, che ha come ente capofila l'ex Provincia, riunisce Confindustria Siracusa e Cnr di Catania, insieme all'Utica, l'omologa della Camera di commercio di Ariana, una delle aziende siracusane «Isnow», diretta da Gaetano Tranchina e Angelo Morello ha presentato un prototipo del software che riguarda il controllo di gestione di un processo e di un prodotto aziendale che consentirà anche la sua tracciabilità.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X