CINEMA

Noto "riabbraccia" il commissario Montalbano

Le riprese della fiction iniziate ieri mattina nella zona della Loggia del Mercato proseguiranno oggi con alcune scene a palazzo Ducezio. Una festa per la città

NOTO. Il più conosciuto, apprezzato e amato poliziotto d' Italia, Salvo Montalbano, seppure per tre soli giorni, dureranno tanto le riprese cinematografiche, ha spostato i suoi uffici nel centro storico di Noto. Il celebre commissario, nato dalla penna del novantenne scrittore e sceneggiatore Andrea Camilleri, porterà avanti le sue indagini girando per le artistiche strade del salotto buono che si allunga dalla Porta Reale fino a piazza XVI maggio: Noto, con i suoi monumentali palazzi, sarà allo stesso tempo Vigata, dove ha sede il commissariato, e Montelusa, dove si trova la questura.

E così la settecentesca città, a distanza di anni, si ripropone come teatro ideale per i maestri del cinema: il regista Alberto Sironi e il produttore Carlo Degli Esposti, patron della «Palomar», a metà aprile, ma contatti ci sono stati a partire dallo scorso settembre, hanno incontrato il sindaco Corrado Bon fanti, e dopo una confidenziale chiacchierata hanno parlato dei posti dove ambientare alcune scene della popolare serie televisiva Rai «Il commissario Montalbano», nata nel 1999.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook