SOCIALE

Un pasto per tutti: a Noto nuovi aiuti ai poveri

di

Iniziativa del movimento cittadino «Insieme si può fare». Una squadra di volontari distribuisce viveri ogni giorno

aiuti, noto, povertà, volontariato, Siracusa, Cronaca

NOTO. L'impegno in politica non manca: è forte e incisivo. È quello di "Insieme si può fare", il neo costituito movimento cittadino, che ha una sua precisa connotazione sociale oggi destinata, più di ogni altra cosa, a dare sostegno ai meno abbienti della città. Dopo lo sportello legalità, attivo via email e fax per segnalare abusi e episodi poco chiari, il gruppo, che tra i suoi fondatori conta due ex assessori comunali (Giuseppe Cannazza e Massimo Napoletano), da qualche settimana ha lanciato il progetto "Un pasto per tutti" che ha tra i destinatari i più bisognosi.

Un progetto che si propone di contrastare la povertà e che in un momento di grande e grave difficoltà si offre come conforto per il corpo e lo spirito. Una squadra di volontari da qualche giorno si occupa della raccolta di generi alimentari da distribuire alle famiglie netine più bisognose. Il gruppo si è dotato di una solida struttura: a operare, con grande disponibilità, sono un sacerdote, don Ottavio Ruta, penitenziere della Basilica Cattedrale, e i fratelli Carpenzano, titolari di due supermercati della città. All'attuazione del progetto sono state chiamate anche le comunità parrocchiali della città, alle quali spetta individuare le famiglie che hanno maggiori esigenze.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati