SANITA'

Asp di Siracusa, attese per un esame all’esofago. Un paziente: «Fissato dopo 10 mesi»

di
La denuncia di un pensionato che si è rivolto all0 sportello di via Brenta: «Costretto a farlo a pagamento»

SIRACUSA. Per un esame diagnostico all’esofago quasi un anno di attesa nelle strutture sanitarie della provincia. È l'ultimo caso che ha coinvolto un pensionato siracusano di 66 anni G.S. che nei giorni scorsi si è recato allo sportello dell'Asp di via Brenta per prenotare per una familiare l'esofagogastroduodenoscopia, un esame complesso di tipo diagnostico che gli era stato prescritto dal suo medico di base. Ma la prima disponibilità, come racconta lui stesso, per poter sottoporsi a questo tipo di esame era il 16 febbraio del 2016 all'ospedale Muscatello di Augusta.

Un'attesa troppo lunga nonostante nella prescrizione il medico di famiglia avesse chiesto di poter fare l'esame entro una decina di giorni. «Non riesco a comprendere - afferma il pensionato - se sia possibile che trascorra tutto questo tempo per poter fare un esame. Il mio è solo uno dei tanti casi di persone che non riescono a prenotare una visita in breve tempo. Il sistema è lo stesso non solo per questo esame ma per molti altri. Non me la prendo con gli operatori che fanno il loro lavoro ma non si può attendere tutto questo periodo. Se il posto non è disponibile in breve tempo le uniche soluzioni sono quelle di farle a pagamento».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X